Vendere casa a clienti stranieri

Negli ultimi anni, in Italia, si registrano sempre più acquisti di immobili da parte di Inglesi, Americani, Tedeschi, Francesi, Austriaci e Israeliani.

Nei perché principali troviamo sicuramente il fascino della nostra amata Italia, da sempre meta ambita e ricercata da professionisti, gente di cultura e di arte, appassionati del mare, dei monti e della buona cucina.

Altra spinta importante è data dallo smart working, dinamica lavorativa correlata alla pandemia che ha permesso in maniera massiccia a tanti professionisti di lavorare da ogni parte del mondo.

Motivazione anch’essa di rilievo, acquistare casa come dimora da godere in pensione.


Per entrare nello specifico e comprendere la legge italiana si parte sempre dall’individuare a quale categoria appartiene lo straniero che vuole acquistare:

  • Se straniero che soggiorna regolarmente, con permesso di soggiorno oppure carta di soggiorno in corso di validità,

  • Se straniero non regolarmente soggiornante, verificare le condizioni di reciprocità (per esempio straniero svizzero privato non può acquistare immobile avente superficie abitabile netta superiore ai 200 mq con non oltre 1000 mq di terreno),

  • Se cittadino EFTA o comunitario o apolide residente.

Individuata la categoria la prassi nella compravendita è medesima a tutte le compravendite: individuazione dell’immobile, proposta d’acquisto, preliminare o compromesso e atto definitivo.

Ai fini dell’acquisto è fondamentale per l’acquirente straniero essere in possesso del codice fiscale italiano sia esso privato o società.


Definire con l’interessato se i suoi bisogni vertono verso l’acquisto prima casa o seconda casa e se ne ha i requisiti (ad esempio tempo di soggiorno in Italia oltre i sei mesi), se l’immobile scelto rientra nella categoria in cui si può usufruire dell’agevolazione acquisto prima casa.


Tutte queste considerazioni sono importanti al fine agevolare le compravendite, sempre consapevoli che gli stranieri provengono da logiche, fiscalità, leggi, differenti a quelle italiane e accompagnarli nel processo è fondante affinché tutto avvenga nel miglior modo possibile.


La lingua: la lingua è cultura, comprensione; la figura dei traduttori/trici o interpreti è sempre più ricercata; essere seguiti da professionisti in tutti questi passaggi è il modo migliore per evitare di incappare in situazioni incresciose.


Piccola lettura personale… se fossi straniera comprerei anche io casa in Italia e con un agente immobiliare specializzato. Buona casa a tutti!

Carmen Abaldo


49 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti